Acquistare azioni online con le piattaforme di trading: guida pratica

Investire in azioni significa in un certo qual modo comprare parte di una società e scommettere sul fatto che questa società di cui siete diventati co-proprietari sia in grado di produrre utili e profitti sufficienti da poter a chiusura dei conti di fine anno, distribuire i propri dividendi tra tutti coloro i quali sono in possesso di azioni.

Il sistema funziona da moltissimi anni, e molte sono le persone che negli anni hanno investito in azioni di società di successo sia in ambito nazionale che internazionale, incrementando il proprio personale capitale.

Una volta per comprare le azioni di una società bisognava rivolgersi a delle particolari agenzie di broker, solitamente offerte dalle banche, che si incaricavano di acquistare azioni per conto vostro. Il meccanismo era senza alcun dubbio efficiente, ma piuttosto lento.

In epoca di internet tutto il processo è diventato estremamente più veloce e semplice, le operazioni possono essere svolte dai diretti interessati attraverso le piattaforme di trading online senza necessariamente passare per ulteriori intermediari.

Il metodo di accesso diretto agli investimenti finanziari, ha reso accessibile, scusate la ripetizione in termini, a chiunque la possibilità di investire su una moltitudine di prodotti finanziari.

Investire in azioni è diventato molto semplice

Per comprare azioni in forma pratica e diretta, è necessario iscriversi ad una piattaforma di trading online e provvedere a fare un primo investimento.

Le maggiori e più gettonate piattaforme di trading disponibili online al momento sono:

eToro: all’apparenza sembra quasi un social Network, è disponibile ormai da molti anni e viene considerata forse la più facile da utilizzare e adatta ai principianti, perché mette a disposizione il Copy Trader: un sistema che permette ai principianti di copiare le strategie applicate da trader più esperti.

Per iniziare a fare trading di qualsiasi tipo su eToro, è necessario fare un investimento minimo di 200€, per cui per comprare e vendere azioni non è necessario essere milionari. La piattaforma mette anche a disposizione un conto fittizio virtuale di 100.000 dollari, con i quali potete giocare e impratichirvi.

Markets: La piattaforma è autorizzata dalla Consob. La sua particolarità è di mostrare in tempo reale il trand dei trader, così potete vedere momento per momento dove si dirigono gli investitori. Anche in questo caso è previsto un conto virtuale ben fornito che permette ai meno esperti di fare pratica.

IQ Option: L’accesso è disponibile davvero a tutti, già che il deposito minimo previsto è di soli 10€. IQ Option è considerata tra le migliori piattaforme di trading per chi vuole acquistare e vendere azioni, ma anche per operare in azioni e forex. Il conto demo prevede 10 mila dollari con cui fare esperimenti da trader.

Naturalmente questi sono solo tre esempi, ma sul mercato esistono molte altre piattaforme di trading, molte delle quali sono messe a disposizione direttamente sul vostro conto bancario.

Se ancora non avete un conto su una piattaforma di trading, valutate bene e con calma quale si presta meglio alle vostre esigenze, e non basatevi sulle possibilità offerte nella prima che vi viene proposta.

Come scegliere le azioni sulle quali investire

Una volta che vi siete dotati di tutto il necessario tecnico per provvedere alla compravendita delle azioni, arriva la parte più impegnativa: la scelta della società sulla quale investire.

Sempre le piattaforme di trading vi verranno in aiuto in questo senso, proponendovi analisi tecniche già pronte eseguite da esperti analisti.

In line generale possiamo dire che la scelta di un’azienda deve avvenire pensando a vari aspetti:

La stabilità generale dell’azienda: naturalmente molto dipende da che rischi siete disposti a prendervi, ma investire in un’azienda in crisi non è sempre un’ottima idea. A volte è meglio optare su un investimento sicuro basato su un’azienda stabile anche se questo comporta un potenziale di guadagno minore, rispetto che rischiare molto per poi trovarsi con un pugno di mosche in mano.

Analisi del settore d’investimento: attenzione all’andamento del settore d’investimento. Se un settore è particolarmente in crisi, è molto probabile che anche la particolare azienda, che al momento sta facendo bene, possa entrare in un trand negativo. Analizzate bene le notizie, cercando di dedurre quali potrebbero essere i reali andamenti del mercato.

Investire in azioni è un metodo che richiede dei tempi d’attesa abbastanza lunghi, ma non per questo deve considerarsi da scartare quando si parla di investimenti finanziari.

Lascia un commento