Investire in Bitcon: come evitare le truffe

 Le potenzialità delle monete virtuali sono infinite, ma è fondamentale prestare attenzione a piccoli dettagli.

Bitcoin (BTC): l’argomento di oggi è l’ormai famoso sistema di pagamento in criptovaluta, progettato da Satoshi Nakamoto. È stato rilasciato al pubblico nel 2009 e, da allora, sono stati effettuati aggiornamenti e miglioramenti da una rete di sviluppatori, parzialmente finanziati dalla Bitcoin Foundation e CoinBase.

Proprio recentemente è stato argomento di discussione nelle reti televisive e nelle testate giornalistiche più famose, risultando d’interesse anche per i “non addetti ai lavori”, a causa dell’improvviso aumento del suo valore, con un picco di 17.400 dollari.

Ed ecco che, con l’aumento del prezzo dei Bitcoin nel corso degli anni ed il raggiungimento di miliardi di dollari nella capitalizzazione di mercato, tutti i tipi di persone (competenti o meno) ne apprezzano il valore e si interessano alle sue potenzialità.

Tuttavia, le varie possibilità di guadagno mettono in luce le diverse sfaccettatute della natura umana, mostrando che determinati individui sono disposti a tutto pur di guadagnare. Sfortunatamente, con l’aumento del valore dei Bitcon arrivano anche i truffatori per investire in 2018. È facile: questi individui vogliono trarre profitto in qualsiasi modo dai Bitcoin, anche attraverso mezzi nefandi.

Il loro obiettivo è coinvolgere principianti, persone poco o non preparate che finiscono per perdere i loro Bitcoin o i possibili guadagni.

Essere parte di un mondo di potenzialità in continua evoluzione, dunque, è il desiderio di tutti: come è possibile acquistare dei Bitcoin in modo sicuro?

Ci sono dei piccoli accorgimenti da seguire.

In primis, gran parte degli scam si trovano sui social media, dove è possibile trovare il maggior numero di persone disposte ad un acquisto d’impulso. Sono molto diffusi i link che ti invitano a scambi instantanei di valute, proponendoti affermazioni come “Acquista Bitcoin al 10% sotto al valore di mercato!” e giocando sulla sensazione di ansia e panico di ciascun individuo, sostenendo che “L’offerta è disponibile solo per un tempo limitato!” o che “Le scorte stanno finendo!”.

Sono trucchi di marketing molto efficaci, spesso rimangono coinvolte numerose persone e non c’è da stupirsi se ti sentirai spinto a visitare il loro sito. Ed ecco che, una volta cliccato sul link, avrai la possibilità di effettuare lo scambio Bitcon-euro. Inutile dire che in realtà si tratta solo di una truffa, non esiste nessuno scambio.
Secondo punto a cui prestare attenzione: supponiamo che tu ora ti trovi su un sito affidabile che effettua veri scambi di valuta. Presta sempre molta attenzione ad un dettaglio particolare: il sito deve iniziare con HTTPS e non HTTP.

Cosa significa? Significa che il traffico web è crittografato e protetto. Se sei in presenza di un sito che vuole i tuoi soldi ed è solo HTTP, senza la “S”, beh… stanne lontano.
Terzo aspetto fondamentale: non fidarti di quei siti che che offrono la compravendita di valute (in questo caso di Bitcoin) attraverso PayPal. Li puoi riconoscere dalla presenza di un modulo web dove ti sarà richiesto di inserire la tua email di PayPal e l’importo che hai intenzione di vendere. Dopo l’invio, ti verrà mostrato un codice QR per la ricezione dei Bitcoin, ma… non arriveranno mai.

È importante non cascarci, dato che la maggior parte di questi siti per scambi fasulli restano attivi solo per pochi giorni. Appaiono e spariscono addirittura poche ore dopo, per poi riemergere con un dominio completamente diverso, rendendosi introvabili. Tuttavia, per i coraggiosi che non si fanno spaventare dalle minacce, le occasioni di successo non mancano. Il valore dei Bitcoin è ancora molto alto e le previsioni sono molto positive.

Lascia un commento